22 marzo 2013

La cosa più drammatica che ti può succedere sotto la doccia della palestra è che ti rendi conto di non avere nè schampoo nè bagnoschiuma e, cosa ancor peggiore, non ce li ha nemmeno la tua compagna di squadra. Sai quelle cose io ce l'ha lei lei ce l'ho io che finiscono a schifio. Nel panico esce fuori una saponetta color verdino. Oh... meglio di niente. Ci laviamo velocemente e alla menopeggio. Anche i capelli. Con questa saponetta. Si lo so che non si fa. Ma. Ad ogni modo dimentichiamo e usciamo a festeggiare. Domenica, lunedì, martedì, mercoledì, giovedì. Oh... ma i miei capelli sono ancora puliti. Ma come è possibile. Caxxo anche i miei. Ma secondo me è perchè ce li ha seccati di brutto da qua fino al 2035. Si sono secchi... ma pulitissimi. No dai vabbè dobbiamo indagare. Epifanie non trascurabili: oh... ma la lobby degli schampoo, no, che interesse ha a vendere un prodotto che ti renda i capelli puliti per 4 giorni? Nessuno! Ha tutto l'interesse a venderti un prodotto che te li pulisca in apparenza, ma che contenga sostanze che te li facciano sporcare velocemente, no? Così consumi più schampoo e compri altro shampoo. Ommioddio. La sostanza con cui cerchiamo di lavarci i capelli è in realtà la sostanza che ce li sporca segretamente. Non fa una piega. Non fa na piega. Lo direbbe anche Daniele Bossari. Aprite gli occhi. Lavatevi i capelli con le saponette! 
Etichette:

3 commenti:

crimson74 ha detto...

Prendo nota e provo... ;-)

Manu - langolodimanu@yahoo.it ha detto...

Già sentito altri sperimentare per caso questa cosa. Sì. Gli shampoo ungono. PARE contengano derivati di petroli.
Un'amica usa solo saponette di Marsiglia. Naturali.
Bisognerebbe provare. Magari più a lungo di un giorno solo, per dare tempo a capelli e cute di reagire a dovere.
Ciao..
che commento lunghissimo! Tedio?

danske ha detto...

la cosa più drammatica è scordarsi l'accappatoio e doversi asciugare col phon perché fuori nevica al 20 di marzo. succede in italia.